Omaggio a Pietro Parisi: torta soffice in barattolo al profumo di limone…

a11RitoccoQuando Pietro Parisi è arrivato al Maker Faire – lo scorso fine settimana – con un carico di piccolissimi barattolini pieni di calda, deliziosa e profumata parmigiana di melanzane cotte a vapore e gluten-free ho capito che da quel momento mi sarei dedicata con tutta me stessa alla sperimentazione di cibo in barattolo! Quanto mi piace quella semplicità di sapori (ma quanto gusto!) e quel modo giocoso di proporcela! [Andate a leggere di P. Parisi qui e qui del Pasto nudo… Ps: Sonia ti sarò sempre grata per il tuo lavoro appassionato e quotidiano di intercettazione, divulgazione e collegamento con il cibo consapevole ed i suoi produttori e fautori.]

E grazie pure di avermi donato i vuoti avanzati dalle parmigianine stimolandomi al loro possibile riciclo 🙂

DSC_1524DSC_1530

E così, eccomi al mio primo esperimento con la cottura in  barattolo che voglio dedicare allo Chef -Contadino-difensore-della-biodiversità. (Si, insomma, usando succo, scorza e composta di limone, ho pensato a lui ed alla sua amata terra)

Non so dirvi quanto vi divertirete a fare queste mini tortine! Vi consiglio di prepararle in un noioso pomeriggio di pioggia e poi di dimenticarvele in dispensa per qualche tempo…per poter gioire del loro ritrovamento proprio lì in fondo all’armadietto in un momento di crisi ipoglicemica (o di mancanza di affetto)!

Infatti il bello sta proprio nel fatto che potrete conservare questa torta in dispensa anche 6 mesi!
La ricetta è indicativa, potete mettere in barattolo un semplice ciambellone, o anche una torta che vi riesce particolarmente bene… Io proverò con quella di carote. Voi Potreste farne anche una versione al cacao, oppure arricchirla con frutta secca…e poi potremmo scambiarci le ricette: che ne pensate?

Ecco la ricetta base, semplice semplice:

Vi serviranno:
7 barattoli da circa 8 cm di diametro e 6 cm di altezza, comprensivi di coperchio a vite
300 gr di farina (meglio 200 gr farina + 100 gr amido di mais)
4 uova
180 gr di zucchero di canna
100 gr di olio di semi (o burro)
140 gr di latte
la scorza ed il succo di un limone
una bustina di lievito
3 cucchiai circa di composta di limoni
Un cucchiaio di burro e poca farina per i barattoli…

Fate così:
Montate le uova con lo zucchero e fatene un composto spumoso (se avete la planetaria, usatela!) Aggiungete piano piano tutti i liquidi: olio (o burro fuso),  latte, succo di limone.
Amalgamate, sempre montando ed a più riprese, la parte solida: farina e lievito mescolato insieme, e la scorza del limone.
Imburrate ed infarinare i barattoli, versateci dentro il composto avendo cura di fermarvi all’incirca a  metà altezza, poi adagiate al centro un cucchiaino di composta al limone.
Infornate a 180° per circa 30/40 minuti
Quando le tortine in barattolo saranno cotte chiudete subito con i coperchi e fate raffreddare.
In questo modo si creerà il sottovuoto che vi permetterà di conservare a lungo i dolcetti. Ve ne accorgerete perché i coperchi si abbasseranno al centro, se ciò non succede dovrete fare il sacrificio di mangiarvi le tortine nel giro di tre giorni…

Qualche spunto fotografico…

DSC_1424

DSC_1437

DSC_1445

DSC_1514DSC_1522

DSC_1535

DSC_1553

DSC_1524

Segui DAMADERBE anche su:
Condividi #DAMADERBE sui tuoi social

2 thoughts on “Omaggio a Pietro Parisi: torta soffice in barattolo al profumo di limone…

  1. Ma che idea fichissima!!! L’unico dubbio che ho è sul coperchio quando sono ancora caldi, chiudendoli ermeticamente non si genera vapore acqueo e dunque condensa all’interno del vasetto?

    • No Silvia, il rapporto condensa/prodotto è talmente basso che non ci sono problemi di sorta. 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *