Cibo e salute – prima parte

Quante volte abbiamo sentito dire che la salute nasce a tavola, che il cibo è la prima medicina, che siamo quello che mangiamo?
Ritroviamo questi pensieri nei trattati di Ippocrate (IV secolo a.C), nell’opera di Galeno (II sec. d.C.)  e nello Huangdi Neijing, Il Canone di Medicina Interna dell’Imperatore (antico trattato di medicina cinese, 2697 a.C.)
Questo è il primo articolo, corredato di ricetta, che approfondirà appunto l’argomento cibo-salute.

Il Feng shui in cucina
Feng shui (si pronuncia (fong sciuei)
tradotto letteralmente dalla lingua Cinese significa “vento” e “acqua”.
[scrutare i cieli e guardare la terra]
È un antico sistema fondato sullo studio dell’energia e di come essa regoli la nostra vita.
Secondo la cultura Cinese, il cibo è medicina, possiede energia vitale, e l’arte di cucinare ha un potere curativo.
La cucina è un luogo dove avvengono trasformazioni, dove convergono molte energie. È il posto che racchiude tutti i cinque elementi: terra, aria , fuoco, vento e metallo. Più l’ambiente dove si cucina (e cosa e come si cucina) sarà armonico ed equilibrato, più influirà su di noi in maniera positiva e viceversa.
Una pietra miliare del Feng shui è la Teoria Yin e Yang che naturalmente è anche una delle concezioni principali della cultura e filosofia Cinese.
Yin e Yang rappresentano, nella filosofa cinese, i due principi fondamentali dell’universo anzi  la dualità fondamentale esistente in ogni parte del cosmo..
•    Yang indica il principio positivo, Sole, il cielo, il fuoco, la luce; tende ad espandersi ed a fluire verso l’alto, verso l’esterno. Movimento e vita. (colore bianco)
•    Yin indica il principio negativo, la Luna, la terra, l’acqua, l’ombra; tende a contrarsi ed a scorrere verso il basso, verso l’interno. Immobilità e morte.(colore nero)
Nel pensiero cinese, lo yin e lo yang si generano reciprocamente in un movimento circolare continuamente rinnovato, ricominciato. Quando lo yang è al suo minimo, si cambia in yin, e viceversa, poiché lo yin racchiude elementi yang, e viceversa; da cui il famoso disegno schematico del taiji, il cerchio bicolore, diviso in due parti uguali, a forma di mandorle, simmetricamente opposte per mezzo di una curva a forma di S, verticale. Ogni parte presenta un pallino rotondo, che simboleggia l’embrione del principio opposto; per esempio, la parte chiara, – quindi yang – presenta un cerchietto scuro, l’embrione di yin, di cui è portatrice. E viceversa.

Nell’arte cinese del cucinare anche il pasto più semplice si fonda sull’equilibrio Yin e Yang nei cibi e ristabilisce l’armonia interna in chi li mangia.
D’altronde anche Ippocrate, più di 2000 anni fa sosteneva che: <ciascuna delle sostanze incluse nel sistema alimentare degli uomini agisce sul loro corpo e lo trasforma per un verso o per l’altro. La vita umana dipende da questi cambiamenti, sia che gli individui abbiano contratto la malattia, sia che attraversino un periodo di convalescenza>

Inverno.
Quando Yang è trasformato completamente in  Yin, c’è l’inverno.
Nella nostra dieta dovranno predominare i cibi yang.
L’inverno è la stagione della rigenerazione, il mondo naturale si ritrae in se stesso.
È la stagione della crescita interiore.

Ricetta per l’inverno: Porridge salato
Ideale per riscaldare chi soffre il freddo invernale. È facile e veloce da preparare, tiene alto il livello d’energia a lungo e costituisce un pasto completo.

Ingredienti (per una dose):
50 gr di pollo (bio mi raccomando) o maiale (magro)
1,15 lt d’acqua
1 cucchiaino di sale
100 gr di avena per Porridge (fiocchi)

Procedimento:
Tagliare finemente la carne.
Portare ad ebollizione l’acqua con il sale in una padella larga.
Aggiungere la carne e cuocere per pochi minuti (quando è cotta, la carne cambia colore)
Gettare l’avena nell’acqua e riportare a bollore.
Coprire, togliere dal fuoco e lasciar riposare 5 minuti senza mescolare più.
Aggiustare di sale (se necessario).

 

bibliografia: La cucina Feng shui – Master Lam Kam Chuen, Lam Kai Sin

Segui DAMADERBE anche su:
Condividi #DAMADERBE sui tuoi social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *